Bioarchitetti

Spesso gli architetti che si occupano di bioarchitettura hanno la difficoltà di confrontarsi con l’ingegnere tradizionale strutturista o impiantista: Capita che non parlino la stessa lingua.

Fraintendimenti e incomprensioni, non solo a livello tecnico ma anche concettuale, sono all’ordine del giorno. Tutto questo, misto a una mancanza di condivisione di valori, porta a una disarmonia di fondo che si ripercuote inevitabilmente sulla qualità del progetto.

L’ingegnere olistico, esperto in strutture in legno e di efficienza energetica, è un ottimo partner per coadiuvare il lavoro del bioarchitetto. Questo perché condensa in una figura unica ciò che serve al bioarchitetto per giungere a un risultato finale degno delle sue competenze.

L’approccio olistico nella progettazione integrata porta infatti a una sensibile riduzione dei costi e un considerevole risparmio di tempo.

Infine, lavorare in sinergia e armonia su qualcosa in cui si crede profondamente, riduce notevolmente lo stress e rende il lavoro fluido e appassionante con risultati eccellenti.
frecce

Se vuoi entrare in contatto con me…riempi il modulo qui sotto…

Acconsento al trattamento dei dati personali e dichiaro di aver letto l'informativa sulla privacy